UNA GIORNATA SUL LAGO D’ORTA

“In mezzo alle montagne c’e’ il lago d’Orta. In mezzo al lago d’Orta, ma non proprio a meta’, c’e’ l’isola di San Giulio”. Così comincia uno dei più bei racconti di Gianni Rodari, “C’era due volte il barone Lamberto”. 

Trascorrere una giornata sul questo piccolo e romanticissimo lago sarà piacevole e rigenerante.

La mia prima proposta è quello di godervelo proprio appieno a bordo dei battelli di linea. Lasciate la vostra auto e rilassatevi sulle acque limpide del lago. Partenza da Omegna. Parcheggiate l’auto al Forum (parcheggio libero) e passeggiate lungo il canale Nigoglia fino a raggiungere il lago. Se avete tempo di bere un caffè vi consiglio il bar Cafetero, di fianco al Municipio, servono il caffè in una tazza particolare ed è molto buono. Il battello parte alle ore 9 (alle 11.40 solo il giovedì, iorno di mercato). L’attracco si trova all’inizio dei giardini pubblici (sul lato destro del lago con le spalle al Municipio). Vi consiglio di acquistare direttamente sul battello il biglietto a libera circolazione, costa € 9.20 e potete liberamente salire e scendere dai battelli durante tutta la giornata.

Dopo aver ammirato la sponda del lago e i suoi paesaggi, in circa cinquanta minuti raggiungerete il centro lago, ovvero Orta e l’Isola di San Giulio. Qui decidete voi cosa fare e visitare per primo. Avete tutta la giornata a disposizione. Tenete conto che l’unico battello per il ritorno a Omegna parte da Orta alle 18, dall’Isola alle 18.05 e da Pella alle 18.15
(https://www.navigazionelagodorta.it )

Ora i miei consigli sulle cose da fare al Centro Lago (l’ordine è casuale):

  • Isola di San Giulio: un luogo di pace e silenzio dominata dalla basilica romanica, dal palazzo vescovile e dall’abbazia benedettina. Vi trovate anche un ristorante.
  • Il borgo di Orta: perdetevi nelle sue viuzze e lasciatevi affascinare dall’arte Rinascimentale e Barocca che contraddistingue i suoi Palazzi Signorili e i suoi magnifici giardini. In ogni angolo di questo pittoresco borgo vi verrà voglia di fare una fotografia.
  • Passeggiata ad anello intorno al borgo: se avete voglia di passeggiare o di fare uno spuntino/pic-nic in riva al lago, vi consiglio questa passeggiata. Tempo totale circa 40/45 minuti. Da Piazza Motta, con le spalle al Lago, percorrete la prima via a destra. Sempre con il lago alla vostra destra in circa 15/20 minuti raggiungerete l’arabeggiante Hotel Villa Crespi, famoso per ospitare il ristorante stellato dell’altrettanto famoso chef Cannavacciuolo. Girate a sinistra e percorrete circa 100 mt della strada principale che porta ad Orta. Qui sulla destra troverete un cartello che vi indica la passeggiata a lago. Scendete e da qui inizia questa incantevole passeggiata che vi ricondurrà in Piazza Motta. Vi sembrerà di camminare sulle acque del lago! Lungo la passeggiata (30 minuti circa) potete fermarmi per uno spuntino o per un tuffo nel lago se fa caldo. A metà circa troverete un noleggio di canoe e water-bike
    https://www.canoelagodorta.com/ per un’esperienza sull’ acqua. All’arrivo nel borgo ammirate sulla vostra destra il magnifico Hotel San Rocco. Di nuovo nelle viuzze per arrivare in Piazza Motta.
  • Sacro Monte di Orta: tappa obbligatoria direi nella vostra giornata. Di fianco alla Chiesa di San Rocco, inzia la salita che in 10/15 minuti vi porta al Sacro Monte, dove vi si aprirà una delle viste più belle sul lago e la sua isola. Nel silenzioso e fresco parco del Sacro Monte, patrimonio Unesco e riserva naturale, potrete ammirare le 20 cappelle che, con statue in terracotta a grandezza naturale, narrano la vita di San Francesco d’Assisi. Terminate la visita con la chiesa dei Santi Nicolao e Francesco.
    http://www.sacromonte-orta.com/?page_id=209
  • Pella e Madonna del Sasso: prendete il battello e recatevi a Pella dove alla gelateria Torre potrete mangiare un buon gelato o pranzare in uno dei due ristoranti della piazza. Il paesino di Pella è sovrastato da una possente roccia dove è ubicato il Santuario della Madonna del Sasso. Per raggiungerlo, una visita vale la pena anche per la vista mozzafiato sul lago, potete prendere il trenino proprio da Pella (trovate qui orari e prezzi). Sempre a Pella potete fare una passeggiata sul lungolago, rilassarvi sulle panchine o fare un bagno rigenerante.

La giornata volge al termine. Vi ricordo che per rientrare ad Omegna c’è un solo battello : Orta ore 18, Isola ore 18.05 e Pella ore 18.15

Arrivati ad Omegna gustatevi un buon aperitivo in uno dei locali sul lungolago, il più suggestivo è senz’altro La Canottieri, un locale nuovo nato su quella che era la sede della Canottieri di Omegna.

Se volete cenare ad Omegna vi consiglio: Ristorante La Francisca (qui cucinano il pesce di lago), Pizzeria Jamme Ja, il ristorante dell’Hotel Croce Bianca con una bella vista sul piccolo golfo, la pizzeria Il Pomodoro (proprio di fronte all’attracco del battello), il bar ristorante il Centrale.

Spero che i miei consigli vi siano stati utili e che abbiate apprezzato questo piccolo ma suggestivo lago incastonato tra le montagne.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *